Contributi dal MIPAAF alle reti di impresa nel settore olivicolo-oleario

Ammontano a 4 milioni di euro le risorse messe a disposizione dal Ministero delle Politiche Agricole per le reti di imprese nel settore olivicolo-oleario. L'avviso pubblicato dal MIPAAF prevede la selezione di proposte progettuali da parte delle reti di imprese del settore che intendono realizzare un programma comune di investimenti.
Possono beneficiare dell’incentivo le reti di imprese, costituite o costituende, promosse e composte da agricoltori in attività o da PMI.
Il contributo può arrivare fino al 50% dei costi ammissibili nelle Regioni Calabria, Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia, e fino al 40% nelle altre regioni.


Le domande possono essere presentate fino al 3 maggio 2017. C’è tempo per fare i contratti di rete fino a 60 giorni dopo la pubblicazione del decreto per la graduatoria dei progetti che sarà pubblicato sul sito del Ministero stesso. RetImpresa è disponibile a fornire tutto il supporto tecnico necessario per la stipula dei contratti di rete.

Per maggiori informazioni si veda il sito https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10946

 

0
0
0
s2sdefault

Ultime Notizie

  • All
  • NEWS
  • RETI di IMPRESA
  • Eventi
  • Nuove reti
  • Novità normative
  • Attività reti
Indagine sul fabbisogno finanziario della ReteBando Matera 2019: opportunità per PMI e reti di impresa Nuovo Direttore RetImpresaPellepiù 2017Online il nuovo portale di Confindustria dedicato a Industria 4.0Ocm vino 2017-2018: contributi dal Mipaaf alle reti di impresa per la presentazione di progetti di promozione su mercati extra UE Voucher per internazionalizzazione - opportunità per PMI e reti di impresaMeet in Italy for Life Sciences 2017: Torino 11-13 ottobre 2017.Le Reti di Impresa sfondano quota 4000FARETE 2017: vieni al nostro stand informativoConsorzi per l'internazionalizzazione in rete, nasce RETE EXPORT ITALIAAccordi per l’innovazione: i progetti possono essere presentati con le retiRetImpresa a quota 100 sociAnche i professionisti nelle reti d'imprese