2 IL PROCESSO STRATEGICO ALLA BASE DELLA CREAZIONE DELLA RETE

Il processo strategico alla base della creazione della Rete prevede alcune attività strategiche che possono essere condensate in un modello di riferimento costituito da alcune fasi fondamentali (figura 9):

• captare i bisogni del cliente (la soddisfazione del cliente è il fine ultimo delle reti di filiera) e/o definire l’obiettivo di Rete, vuol dire anticipare i bisogni dei clienti delle prime e degli stakeholder delle altre;

• concepire una configurazione (d’azienda/di Rete) per soddisfare i clienti e conseguire gli obiettivi di Rete. Per poter aumentare la customer satisfaction si attuano importanti strategie aziendali, producendo beni e servizi personalizzati, che incontrano le esigenze del mercato;


Figura 9 – Processo di creazione della Rete (Di Marco et al., 2011)

• definire il livello di collaborazione e di coordinamento da attivare;

• individuare i driver (d’azienda/di Rete);

• condividere e integrare il sistema delle conoscenze. Le aziende dedicano maggiori risorse alla gestione della conoscenza, attuando progetti specifici per stimolare la comunicazione, favorire la circolazione delle esperienze maturate generando nuovo sapere attraverso l’apprendimento ed il rilascio profittevole ai clienti;

• attivare i meccanismi di Collaborazione e Coordinamento per lo sviluppo dell’organizzazione e della tecnologia. L’innovazione organizzativa e tecnologica non può che essere guidata dagli utilizzatori della innovazione medesima: imprese, fornitori e consumatori;

• costruire la configurazione (d’azienda/di Rete). Man mano che un‘organizzazione cresce, la necessità di condividere informazioni strategiche sui clienti tra gruppi di lavoro trasversali diventa fondamentale per determinare una value proposition vincente;

• realizzare l’operatività attraverso la gestione dei processi;

• comunicare il valore costruito per il cliente. Informare i clienti e gli stakeholder, rendersi visibili, far conoscere attraverso gli strumenti della comunicazione il “pacchetto di offerta” predisposto per i segmenti target di mercato. Nello schema possono essere individuate diverse interazioni:

• l’interazione con il sistema esterno (mercato, cliente, contesto socio-economico). È il sistema con cui il binomio impresa e Rete traccia gli input dei clienti e comunica loro gli output. L’impatto è di tipo strategico in chiave di modello di business;

• la relazione della Rete con le imprese costituenti che, insieme, definiscono la configurazione, organizzano le proprie risorse, progettano e concretizzano il risultato. L’impatto è di tipo strategico (in chiave strutturale e organizzativa) e di tipo tattico;

• lo sviluppo del vantaggio competitivo attraverso la realizzazione della configurazione, la gestione della tecnologia e della conoscenza. L’impatto è di tipo operativo.

Il modello è uno strumento di sviluppo sia per le reti, sia per le singole aziende costituenti, in quanto generativo nei suoi punti dello sviluppo e della rivitalizzazione del business model dell’impresa o dell’aggregato di imprese.

0
0
0
s2sdefault